Di Anna Iallorenzi

Utilizzare la tecnologia mobile per uno stile di vita sostenibile? Si può ed è a portata di download.

Bisogna ammetterlo, computer e smartphone sono diventati talmente indispensabili nelle nostre giornate da chiedersi se possano influire in maniera sostanziale sulla qualità della nostra vita. Attraverso questi utilissimi strumenti, infatti, non solo comunichiamo, ma lavoriamo, gestiamo la nostra socialità, reperiamo e condividiamo informazioni in tempo reale, su qualsiasi cosa intendiamo fare e acquistare.

Senza scendere nel dettaglio delle possibili controindicazioni di queste dinamiche e provando a non bollare la tecnologia come una pericolosa nemica, potremmo valutare di utilizzarla per fini ben più alti, come ad esempio adottare uno stile di vita sempre più sostenibile.

Da consumatori sempre più attenti quali siamo, impattare il meno possibile sull’ambiente è sempre più facile grazie a strumenti digitali, soluzioni smart e condivisione delle risorse. Nello specifico, parlando di tecnologia mobile, sono in costante aumento le applicazioni da cellulare indirizzate all’utente green che permettono di tenere sotto controllo la nostra impronta ambientale in modalità diverse, andando dalla moda sostenibile al calcolo del consumo di carburante, dal cibo a km0, passando per il riciclo e arrivando alla mobilità elettrica.

Eccoti quindi una lista delle eco-app più interessanti da scaricare per fare scelte consapevoli attraverso il tuo smartphone.

Good On You

L’app rappresenta una risorsa irrinunciabile nel campo della moda sostenibile.

Il suo funzionamento si basa sulla possibilità di controllare le recensioni dei brand di moda che acquistiamo ma anche di scoprire nuove realtà consapevoli provenienti da qualsiasi parte del mondo.

Il database infatti vanta più di 2,000 marchi valutati sulla base di una scala molto efficace, calibrata sull’impatto ambientale su tre fattori fondamentali: le persone, il pianeta e gli animali. I giudizi attribuiti sono “evitiamolo”, “non abbastanza buono”, “é un inizio”, “buono”,  e “ottimo”.

Inoltre se un brand non dovesse essere ancora presente nella app c’è la possibilità di segnalarlo perché venga recensito.Dedicata al consumatore attento che non vuole rinunciare all’aspetto etico quando si parla di stile.

Scaricatela qui.

 

Biotiful

L’app è estremamente innovativa, semplicissima da utilizzare e per di più italianissima. Basta inquadrare il codice a barre di un prodotto cosmetico per accedere al suo INCI e quindi ad una serie di informazioni sugli ingredienti e la sostenibilità di ciò che stiamo per acquistare. Dopo anni di ricerche e analisi scientifiche Biotiful può vantare un database di più di 100mila cosmetici in continua espansione.

Grazie alle migliaia di utenti che utilizzano l’applicazione tutti i giorni, inoltre, è possibile informarsi sulla reale efficacia di un cosmetico, su eventuali sostanze nocive per la pelle e sul confronto diretto con prodotti equivalenti.

Perfetta per i più interessati al contenuto reale dei prodotti cosmetici e d’igiene personale che utilizziamo nel quotidiano.

Scaricatela qui.

 

greeApes

Questa app è la dimostrazione che tecnologia e stile di vita sostenibile possono dialogare felicemente apportando un impatto positivo sulla società in maniera leggera e giocosa. Grazie ad un’interfaccia divertente e intuitiva è possibile entrare in contatto, lasciarsi ispirare e addirittura sfidare gli altri utenti della green community rappresentata sotto forma di coloratissima giungla. Il meccanismo dell’applicazione prevede anche una lista di partners e un sistema di ricompense da ricevere in base alle storie condivise.

Altri punti a favore? greenApes nasce da sviluppatori italiani ed è una B-Corp.

Adatta a chi ha voglia di condividere le cosiddette “buone pratiche” e restare aggiornato sulle ultime modalità nel campo del vivere consapevole.

Scaricatela qui.

 

MyFoody

Si tratta di un’applicazione nata con il nobilissimo obiettivo di abbattere lo spreco alimentare e assicurare contestualmente il recupero delle eccedenze. Il tutto si basa su una segnalazione all’utente, elaborata tramite gps, dei negozi e supermercati della zona nei quali siano presenti prodotti a scadenza imminente, in offerta o con il prezzo ribassato.

La start-up ha il passaporto italiano ma si sta diffondendo a livello internazionale proprio come, purtroppo, la natura del problema che mira ad abbattere attraverso la geolocalizzazione degli sprechi.

Ideale per il consumatore che a tavola è attento all’ambiente e in qualche modo anche al risparmio.

Scaricatela qui.

Yamgu

Anche in questo caso vi segnaliamo una app tutta italiana e molto innovativa. Persino il viaggio può diventare sempre più sostenibile se passa per la tecnologia mobile. Tutti sappiamo quanto possa essere stressante organizzare un itinerario turistico eppure Yamgu – acronimo di You Are My GUide -, promette di rendere il processo veloce ed efficace. Si tratta di un servizio di social travelling che impostando destinazione e date di viaggio, genera il percorso perfetto. Il sistema di funzionamento integrando open data e User Generated Content, e grazie alle interazioni con i social trend e ai servizi meteo, crea per ciascun utente percorsi di visita personalizzati e aggiornati in tempo reale.

La piattaforma, una volta impostata la località, si trasforma in un vero e proprio “local friend” suggerendo itinerari, mostrando foto, informando sul meteo e segnalando i principali eventi in programma , nonché gli orari di apertura di ogni luogo di interesse.

Apprezzatissima da coloro che in viaggio sono sempre alla ricerca della “dritta” locale.

Scaricatela qui.

 

E voi? Utilizzate qualche app sostenibile? Avete da suggerirci il vostro personalissimo must-download?

 

Immagini : Le Buzz, Good on You, Biotiful, Green Apes, My Foody, Yamgu